Back        Prossimo "Mancante"

ADSL, la mano morbida di BT

28 March 2006

Il gigante britannico delle TLC adotta una singolare politica sul traffico internet dei propri utenti broad band: scaricate quanto volete, basta che paghiate.

Londra - Non tutto il Mondo è paese e così ci sono alcuni servizi forniti dal gigante delle comunicazioni inglese British Telecom che pongono gli utenti ADSL britannici in una posizione singolare, quella di un operatore che intende liberarsi di chi scarica troppo.

Agli utenti dei suoi servizi mainstream ADSL, BT offre un abbonamento che consente l’always-on, ovvero la possibilità di connettersi in permanenza alla rete, con un limite di download pari a 40 gigabyte al mese. Ora BT ha deciso di rivalersi su chi supera questo limite.

In una serie di comunicazioni rivolte ai clienti in questi giorni, infatti, l’azienda ha contattato tutti coloro che ogni mese superano la soglia dei 40 giga di dati scaricati spiegando loro che ciò viola il contratto di servizio e mettendoli dinanzi a tre scelte: cessare il download massiccio, accettare un nuovo e più costoso contratto o cambiare provider.

Secondo BT chi scarica oltre quella cifra, (in alcuni casi si parla di utenti che “incamerano” 200 giga in poche settimane) “per porre in essere tutto quel downloading deve scaricare pressoché tutti i giorni, tutto il giorno, ininterrottamente”.

Gli utenti avvisati da BT sono 3.200, altri 1.800 erano stati già contattati nei mesi scorsi, e di questi ultimi ben pochi hanno accettato di pagare di più, preferendo cambiare operatore.

Questo post tratto da: P.I.: ADSL, la mano morbida di BT

Back        Prossimo "Mancante"