Back        Prossimo "Mancante"

Sound and vision

28 March 2006

Visioni surreali, mix di immagini web, collage di navigazioni. Ed un buon registratore audio multitraccia gratuito.

WebGobbler

28/03/06 - Collage digitali, megamix del web, patchwork casuali, copiaincolla internazionali, sprazzi di immagini dal resto del mondo al proprio.WebGobbler è uno strumento open source e multipiattaforma divertente e a volte emozionante in grado di mescolare casualmente, in vari modi, immagini succhiate a caso dalla Rete delle Reti o da una cartellina del proprio computer.

Le immagini che ne escono sono a volte veri e propri incubi multicolore e pieni di citazioni sparse, come si intravede nella schermata allegata a questa scheda o, ancora meglio, nell’intrigante Gallery presente sul sito del programma.

È qualcosa di impossibile da realizzare “a mano” anche perché WebGobbler non è statico e sovrappone ad intervalli regolari nuovi elementi fotografici e grafici all’immagine già esistente (può comunque ricominciare a generare un nuovo collage in qualsiasi momento l’utente decida): il risultato è quindi un infinito work in progress.

Tutte le varie versioni dei collage possono essere automaticamente salvate dal programma in una cartellina a scelta.

Dalla semplice finestra di configurazione è possibile cambiare qualche parametro, ad esempio se ruotare o meno le immagini da incollare, se modificarle nella dimensione o nel modo in cui si mescolano con le altre, e la dimensione dell’immagine creata da WebGobbler che può essere anche esageratamente grande (10mila pixel per 10mila pixel, no problem dice l’autore del programma!).

L’immagine generata può essere piazzata automaticamente come fondo di scrivania / salvaschermo, o semplicemente salvata in uno dei tantissimi formati disponibili (PDF compreso).

Più di un avvertenza ricorda che il programma non è consigliato, vista la casualità con la quale pesca immagini, ad un pubblico infantile o in un ambito lavorativo. Fotografie ed immagini per soli adulti o comunque impressionabili potrebbero senza nessun controllo infilarsi nei collages, per non parlare di eventuali copyright infranti. WebGobbler è quindi un trastullo per uso personale ed adulto, e va sottolineato il fatto che può essere usato anche senza connessione internet, mandandolo a ravanare in una cartella di immagini a scelta.

A codice aperto e multipiattaforma questo programmone funziona anche a linea di comando, anche se è infinitamente più semplice utilizzare la comoda interfaccia e le opzioni di configurazione! (LS)

Reaper

28/03/06 - Più piccolo di un mega, ma le dimensioni non contano, Reaper è un completo registratore audio multitraccia semplice e veloce con tanto di effetti speciali.Reaper consente di creare un numero infinito di tracce audio, regolare di ogni traccia volume, bilanciamento destra e sinistra, applicare ad ogni traccia un un effetto sonoro (supporta plugin VST, DirectX, DXi, VSTi e Jesusonix) oppure sovraincidere e mescolare file WAV, Mp3, OGG, WAV, Midi ed altri formati ancora.

Certo l’interfaccia, seppur modificabile nel colore, è un po spartana e vecchio stile, alcuni comandi sono molto semplici da gestire (il che non è sempre un male anzi!) ma la leggerezza dell’applicazione e soprattutto la sua gratuità al momento rendono Reaper uno strumento molto appetitoso.

Creare e sovraincidere tracce al volo è senz’altro divertente alla portata di tutti, ma anche chi ha bisogno di uno strumento più evoluto scoprirà col tempo le funzioni più pro del programma come l’unione dei canali audio in gruppi, la modifica delle tracce registrate (poco poco… vedi sotto!), la possibilità di registrare su una traccia un mix generato dall’unione di altre tracce (ovvero: traccia A + effetti + traccia B il tutto riversato su una nuova traccia C), la creazione di loop (frammenti audio ripetuti ad anello) e molto altro ancora.

Quel che manca ancora è un vero e proprio editor audio delle tracce, per poter modificare quel che si è registrato nei minimi dettagli. ? possibile indicare un editor esterno (Audacity ad esempio) ma al momento il programma può solo applicare delle curve ascendenti o discendenti di volume e poco più.

In arrivo con Reaper 1.0 tante novità, ma a pagamento, così come la localizzazione in altre lingue oltre l’inglese, l’editing MIDI (e si spera anche audio!) e tanto altro ancora. Rapid Environment for Audio Prototyping and Efficent Recording, REAPER per gli amici, continuerà a rimanere comunque gratuito fino alla versione 0.999, anche quando arriverà la versione Shareware 1.0.

Il piccolo file d’installazione, meno di un mega, comprende anche un file d’esempio multitraccia un po’ rockettaro in qualità CD, senz’altro utile per cominciare a prendere la mano con gli strumenti offerti dal programma. Altri file d’esempio sono disponibili in questa pagina , creati interamente con ReaperR. (LS)

Programma simile:

Quartz Audio Master

Questo post è tratto da: P.I.: Sound and vision

Back        Prossimo "Mancante"