Back        Prossimo "Mancante"

Internet cresce a rilento (ma è sempre più utile)

31 March 2006

Secondo uno studio Ipsos, nell'ultimo anno la popolazione mondiale online è cresciuta solo del 5%. Cresce invece l'uso delle ultime tecnologie: VoIP, RSS e WiFi sempre più popolari. In Giappone, 9 persone su 10 sono online.

New York (USA) - L’ultimo studio sullo sviluppo di Internet condotto da Ipsos offre risultati per certi versi sorprendenti: Internet si espande lentamente, in netta controtendenza rispetto al passato più recente. Nel 2005 la popolazione mondiale online è cresciuta solo del 5%, rispetto al 20% che Ipsos ha registrato nel 2004.

Malgrado questo rallentamento, il ruolo della Rete all’interno dei meccanismi economici e sociali dei paesi industrializzati è sempre più rilevante.

Dati da prendere con le pinze? Forse: i ricercatori hanno effettuato lo studio su un campione casuale di 6.500 persone in 12 paesi (Cina, Giappone, Corea del Sud, India, Russia, Germania, Francia, Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile). Un campione forse troppo esiguo, vista l’ampiezza della questione. Ipsos ha comunque scoperto che il rallentamento telematico non ha bloccato la diffusione dello stile di vita digitale.

Lettori RSS, tecnologie WiFi e telefonia VoIP sono infatti tecnologie sempre più diffuse. Nella maggior parte dei paesi economicamente avanzati più di una persona su due utilizza Internet almeno per un’ora al giorno e, specialmente nell’America settentrionale, lettori multimediali e computer portatili godono di un successo strepitoso.

Il record assoluto di diffusione della Rete va al Giappone, dove quasi 9 persone su 10 sono online e spendono mediamente due ore al giorno tra siti web e messaggistica personale. Forte di questo dato, il Giappone strappa simbolicamente lo scettro alla Corea del Sud, che molti studiosi hanno sempre considerato il paese con la più grande diffusione di Internet.

Gli utenti più hardcore sono invece i 110 milioni di cinesi che usano mediamente Internet per 18 ore alla settimana. Nella grande Repubblica Popolare, considerata il mercato più promettente per le aziende del settore ITC, la Rete è utilizzata regolarmente da una persona su due.

La Francia è invece la rivelazione sul panorama europeo, indagato da Ipsos soltanto attraverso i rilevamenti in Germania, Regno Unito ed appunto nella terra d’oltralpe. I cugini francesi hanno effettuato un balzo in avanti nell’uso di Internet: il numero di utenti è cresciuto del 40% rispetto al 2004.

Russia, India e Brasile, i tre più importanti paesi in via di sviluppo sulla strada della digitalizzazione, chiudono la classifica: la penetrazione e l’uso di Internet oscilla tra il 15% indiano ed il 21% brasiliano, collocandosi ad una distanza quasi impressionante da Canada e Stati Uniti, dove oltre il 70% della popolazione utilizza quotidianamente la Rete.

Tommaso Lombardi

Questo post tratto da: P.I.: Internet cresce a rilento (ma è sempre più utile)

Back        Prossimo "Mancante"