Back        Prossimo "Mancante"

L’ora delle utility

31 March 2006

Recupero, ricerca, strumenti, disinstallazioni. Perché le utility sono spesso utili. A molti, se non a tutti.

Smart recovery (data, fat, ntfs, flash)

Smart recovery (data, fat, ntfs, flash)Smart recovery (data, fat, ntfs, flash)     Guarda una schermata di questo programmaSegnala eventuali errori che hai trovato
Versioni per:  Windows95-98 WindowsNT-2000 WindowsXp     Lingua: Non in italiano
Prezzo: gratuito
Dimensione: 713 KB
Cliccato: 2 volte
Forum: Scrivi | Leggi (0)

31/03/06 - Undo! Oggi anche l’utente meno smaliziato sa che cancellare in Windows spesso significa cestinare… e che cancellare dal cestino sembra soltanto un’operazione definitiva: se non si desiderava coscientemente rendere irrecuperabile un file, allora è possibile spesso recuperarlo. I software che si occupano di questo recupero non mancano di certo! Non tutti sono dei veri e propri “specialisti del recovery”… ma tutti ci provano.

Non fa eccezione questa serie di programmi della Smart Pc Solutions, tutti dedicati al tentativo di “recupero” di file cancellati.

? possibile sceglere tra Smart Data Recovery (per FAT ed NTFS), Smart Fat Recovery (per FAT 12/16/32), Smart Ntfs Recovery (NTFS) e Smart Flash Recovery (per FAT 16/32 ) per dei Download che vanno dai 625 ai 713 K.

Ogni software è dedicato ad uno specifico range di fileystem o ad uno specifico tipo di media (compactflash, usb devices, smartmedia e così via…) ma, tra le pagine descrittive e quelle dedicate al download, ci sono discrepanze relative alle piattaforme supportate. Conviene quindi fare prove e considerazioni sulle proprie esigenze e studiare le differenze fra queste versioni.

Una volta installato il software, è sufficiente lanciarlo e scegliere l’unità presso la quale si trova ciò che si desidera tentare di recuperare, specificando eventualmente anche il tipo o l’estensione dei file. A questo punto il programmino, che non è esente da nag screens (due dei quali disabilitabili) effettua una scansione, fornendo la lista dei materiali che ha trovato (fornisce anche liste parziali se ci si “stufa” di aspettare la lista totale e si interrompe il processo). ? possibile quindi recuperare i file oppure cancellarli definitivamente con la funzione “wipe”.
Tra le opzioni è possibile indicare dove recuperare i file: è sempre consigliato depositare il risultato presso una unità differente da quella presso la quale risiedono i file originali, per non rischiare la sovrascrittura di zone del disco dove risiedono altri file da recuperare. Il programma, in tutte le versioni, è in inglese. (GF)

Programma simile:
Restoration

XP SysPad

XP SysPadXP SysPad     Guarda una schermata di questo programmaSegnala eventuali errori che hai trovato
Versioni per:  WindowsXp     Lingua: Non in italiano
Prezzo: gratuito
Dimensione: 792 KB
Cliccato: 3 volte
Forum: Scrivi | Leggi (0)

31/03/06 - Si domanda l’autore di questo coltellino svizzero “Come mai ho scritto questo programma?” e racconta che in effetti un vero smanettone non ha bisogno di questi strumenti perché sa già come accedere a tante funzioni di Windows nascoste o meno. Ma l’ha scritto per un suo familiare che evidentemente aveva bisogno di accedere in un modo comodo alle oltre 200 (duecento) manipolazioni che sono rese possibili da XP SysPad!

Ringraziando doverosamente quindi il bisognoso familiare del programmatore, questa piccola grande utility è a disposizione gratuitamente di tutti: l’elenco completo delle sue funzionalità è in questa pagina.

Si spera anche in una versione italiana, visto che moltissime voci accessibili in punta di clic da XP SyPad sono riferite a componenti di sistema che solitamente si conoscono nella loro traduzione italiana. Ciò che comunque sorprende i meno esperti è l’enorme quantità di utility di sistema presenti in Windows e finalmente accessibili in maniera semplice dai menù del programmino.

Si va dal solito Task Manager allo Utility Manager, passando per DrWatson e la gestione WMI, Telnet, il proprio numero IP, la mappa dei caratteri, la calcolatrice, ma anche strumenti poco noti come l’Assistente vocale, la gestione del servizio di indicizzazione e tantissimo altro ancora.

Inoltre, sempre a portata di mouse, tutto il Pannello di Controllo, il Menu Avvio, tutti gli strumenti di amministrazione, un “rivela codice” di Xp, e tutte le cartelle di Windows dai Tipi di Carattere alle stampanti, alla rete locale.

Con un clic si arriva anche su GMail, Hotmail o alla rubrica di Windows. In fondo sì, sono solo scorciatoie (insieme a qualche piccolo strumento), ma così tante e tutte insieme non s’erano mai viste! (LS)

Uninstall Tool

Uninstall ToolUninstall Tool     Guarda una schermata di questo programmaSegnala eventuali errori che hai trovato
Versioni per:  Windows95-98 WindowsNT-2000 WindowsXp     Lingua: Non in italiano
Prezzo: gratuito
Dimensione: 132 KB
Cliccato: 0 volte
Forum: Scrivi | Leggi (0)

31/03/06 - Accessorio che va a sostituire o affiancare la utility di sistema “Installazione Applicazioni” presente nel Pannello di Controllo. A differenza dello strumento di Mamma Microsoft questo piccolo Uninstall Tool, da scaricare ed installare in pochi minuti e disponibile anche in italiano, mostra informazioni ed elementi che lo strumento “ufficiale” nasconde.

Programmi nascosti e di sistema, ad esempio, e con un clic è possibile andare a curiosare nella porzione di Registro di sistema che riguarda una determinata installazione. La lista dei programmi può essere salvata in HTML, ed è possile effeettuare ricerche o per meglio dire.. filtrare l’elencone inserendo anche soltanto qualche lettera del nome del programma o dei programmi ricercati (ed: “frame” elencherà tutte le installazioni relative a.Net Framework ma anche altri programmi con nomi simili).

Sempre con un clic è quasi sempre possibile raggiungere la cartella d’installazione del programma selezionato, o il sito Web del produttore.

La traduzione in italiano lascia un po’ a desiderare (Uninstallare…) ma comunque si fa capire.
Anche se Uninstall Tool va installato sul PC è comunque possibile portarselo dietro su una chiavetta USB copiando l’intera cartella di installazione (es: c:\programmi\uninstall tool) per procedere ad operazioni di pulizia digitale su qualsiasi computer attrezzato con un Windows recente, da NT4 in su, esclusi 98 e 95 ed il mai dimenticato ME.

Molte delle operazioni eseguibili dal programma, dal disinstallare elementi nascosti allo smanettare sul Registro, sono riservate ad un pubblico adulto, e sconsigliatissime a chi non sa bene cosa sta facendo. L’Equilibrio di Windows potrebbe risultare minato da un uso improprio e sconclusionato del programmino. (LS)

programma simile:

MyUninstaller

AM-Deadlink

AM-DeadlinkAM-Deadlink     Guarda una schermata di questo programmaSegnala eventuali errori che hai trovato
Versioni per:  Windows95-98 WindowsNT-2000 WindowsXp     Lingua: In italiano
Prezzo: gratuito
Dimensione: 826 KB
Cliccato: 0 volte
Forum: Scrivi | Leggi (0)

31/03/06 - AM-DeadLink cerca tra i preferiti del proprio browser e permette di segnalare i link non più funzionanti e quelli duplicati. Alcuni navigatori sono dei veri e propri collezionisti di link! Dalle loro navigazioni vengono sempre riportati ricchi bottini di collegamenti, pronti ad essere usati un giorno… chissà, non si sa mai che serva! Chi in modo più ordinato, chi meno… chi accatasta tutto in un unico calderone, qualcun altro separa tutto per categorie, sottocategorie ed ordini alfabetici… a volte contando su un bel link che si dimostra non più funzionante da 3 anni.

Per i precisini, gli ordinatini, per chi ama fare manutenzione anche di questo, per i pulitini del browser, ecco Am-Deadlink, il cattura-deadlink. Disponibile anche in lingua italiana, per Internet Exlorer, Mozilla, Opera e Firefox, sotto Windows95/98/Me/NT4/2000/XP, permette di effettuare questo controllo comodamente e velocemente, per non avere sorprese quando i link servono.

L’uso di AM-Deadlink è semplicissimo: una volta avviato il programma è sufficiente selezionare il browser che si intende considerare: il software carica l’elenco dei preferiti oppure chiede dove sia la cartella del browser che li contiene. A questo punto è possibile far partire l’analisi di tutto, oppure solamente dei bookmark selezionati, scegliendo anche se scaricare o meno le cosiddette favicon relative ai segnalibri funzionanti. Questa ultima operazione permette di vedere i preferiti nel proprio browser magicamente popolati di tante iconette colorate invece di quelle di default, monotone, ordinate, tutte uguali e sbadiglianti dalla noia.
Le iconette in questione non sono inserite nei file temporanei abituali ma in una cartella di AM-Deadlink inserita in quella “dati applicazioni” riferita all’utente attivo.

Una volta eseguita l’analisi, è possibile raggruppare in cima all’elenco i link non funzionanti, eseguire ricerche con i tasti “standard”, preparare un backup compresso ZIP dei preferiti relativi all’utente corrente ed esportare l’elenco ottenuto selezionando i campi desiderati in formato CSV o separato da tabulatori. In questi due ultimi formati è possibile anche effettuare l’operazione inversa: importare. ? possibile cancellare le favicon di tutto o dei link selezionati, cercare i link duplicati, leggere le proprietà dei link o il contenuto del file “URL”, vedere le anteprime o, naturalmente, aprire i link… oltre ad altre piccole funzioncine da scoprire.

L’utente smaliziato può certamente servirsi di altre tecniche o conoscenze, ma con AM-Deadlink è tutto molto comodo! (GF)

Aurionix FileUsage

Versioni per:  Windows95-98 WindowsNT-2000 WindowsXp     Lingua: Non in italiano
Prezzo: gratuito
Dimensione: 465 KB
Cliccato: 0 volte
Forum: Scrivi | Leggi (0)

31/03/06 - Mi usi, ma quanto mi usi? Ecco un’estensione per le finestre di Windows (tutte le finestre di Esplora Risorse, tutte le cartelle di Windows) che consente di visualizzare tre colonne in più (da scegliere selezionando i dettagli di visualizzazione).

In sostanza, dopo aver installato il programma occorre accedere al menu contestuale sui titolo delle colonne in Windows e selezionare la voce “altro”. In fondo a tutti i dettagli che è possibile farsi mostrare occorre vistare le voci Total size, Total usage e Total files.

Così procedendo, ogni singola cartellina mostra il numero totale di file contenuti e la dimensione totale di tutte i file e cartelle contenute, e la percentuale di disco usato, come ben mostrato anche nella schermata allegata a questa scheda.

? richiesta la presenza di .NET Framework 2.0, sempre più spesso necessario per piccole utility e grandi programmi, e questa comoda utility della Auronix si aggiorna automaticamente via internet. ? prevista una localizzazione in lingua italiana mentre una pagina di FAQ racconta vari esempi di come e quanto può essere utile visualizzare quei dati nelle finestre di sistema.

Dedicata a chi fa un uso intensivo del computer - e spesso non sa bene quanta roba stipa dentro certe cartelline - purtroppo non è compatibile con le vecchie versioni di Windows ma funziona solo da Win2000 in su. (LS)

DFF - Duplicate File Finder

Versioni per:  Windows95-98 WindowsNT-2000 WindowsXp     Lingua: Non in italiano
Prezzo: gratuito
Dimensione: 1.133 KB
Cliccato: 1 volte
Forum: Scrivi | Leggi (0)

31/03/06 - Gli hard disk crescono, i backup fioriscono, le persone che utilizzano lo stesso computer si moltiplicano. Le macchine fotografiche riversano dati, i lettori Mp3 riversano dati, le reti riversano dati, e gli hard disk si affollano spesso di dati duplicati, copie di copie di copie per sicurezza, per distrazione, per spostare dati da un supporto all’altro.

Nella giungla degli hard disk del XXI secolo arrivano sempre più programmi in grado di analizzare, rintracciare ed eventualmente rimuovere tutto quel che esiste in troppe copie sparse sui vari supporti.

Oltre i già recensiti Find Duplicates e Dup Detector, ora arriva DFF, ovvero Duplicate File Finder, piccolo comodo e semplice programmino in grado di scovare file doppioni in tutto il computer, analizzando dischi a scelta, in cerca di tutti i tipi di file selezionati dall’utente senza nessuna limitazione per il numero di dischi analizzati, numero di file da cercare e dimensioni dei file.

? possibile cercare solo un certo tipo di file (mp3, ad esempio) o più d’uno (mp3 e doc!) e dall’elenco ordinato e suddiviso per tipo di file di tutti gli eventuali doppioni è possibile visualizzare le immagini, o lanciare le applicazioni associate a quel tipo di file per controllare se si tratta esattamente dello stesso!
Ovviamente il programma consente anche di spostare i doppioni dritti dritti nel cestino, o in una cartella a scelta.

DFF può comunque comparare gli elementi basandosi sulla dimensione, sul contenuto e nome del file, su un analisi del CRC32 checksums o, ancora, sulle proprietà del file come la data o l’estensione, cercando anche su dischi connessi in rete locale, e su qualsiasi supporto removibile.

I metodici delle pulizie, quelli in stile “oggi è lunedì ripulisco i file temporanei di Internet Explorer! domani martedì cancello i duplicati audio!” apprezzeranno sicuramente la possibilità di salvare dei veri e propri “profili” di ricerca, in modo da poter ripetere le stesse operazioni anche in tempi successivi.

Onde evitare cancellazioni accidentali, è possibile selezionare delle cartelle “protette” che non verranno mai lavate da DFF, ed è anche possibile selezionare delle cartelle da non tenere mai in considerazione (Folder Exclusion list). I file cancellati vengono comunque “solo” spostati nel cestino, e sono quindi eventualmente recuperabili in caso di cancellazione accidentale.

Le altre opzioni disponibili fanno di DFF un curiosone scrupoloso e preciso, in grado di scovare file e cloni di essi come pochi altri programmi sono in grado di fare. Anche il modo in cui vengono mostrati i file trovati è senz’altro uno dei più comodi visti finora, includendo in questo il prompt dei comandi in punta di mouse o la visualizzazione delle anteprime. DFF RULEZ!(LS)

Programmi simili:

Find Duplicates

Dup Detector

Questo post tratto da: P.I.: L’ora delle utility