Back        Prossimo "Mancante"

Lucent trascina Xbox 360 in tribunale

6 April 2006

La società sostiene che la console da gioco di Microsoft infrange una proprio brevetto relativo alla decodifica di video MPEG2. Su questo stesso brevetto le due società erano già arrivate ai ferri costi pochi anni addietro.

San Diego (USA) - Il colosso del networking Lucent Technologies ha fatto causa a Microsoft accusandola di violare, con la console da gioco Xbox 360, una propria tecnologia per la decodifica video.

Al centro della controversia c’è il brevetto numero 5.227.878 (’878), intitolato Adaptive Coding and Decoding of Frames and Fields of Video, la cui registrazione risale al 1993. Lucent afferma che la tecnologia descritta nel proprio brevetto viene illecitamente utilizzata da Microsoft nel motore di decodifica MPEG-2 integrato in Xbox 360.

Il brevetto ‘878 era già stato oggetto di una disputa legale fra Lucent e Microsoft risalente a tre anni fa, ma in quell’occasione il big di Redmond riuscì a far rigettare la causa grazie ad un errore tipografico contenuto nel testo del brevetto. Il giudice non escluse però la possibilità che Lucent, una volta corretto il vizio di forma, intraprendesse una nuova e separata azione legale contro Microsoft.

Prima di adire nuovamente le vie legali, Lucent afferma di aver notificato a Microsoft quella che definisce “un’intenzionale violazione” del proprio brevetto: in tale occasione l’azienda ha invitato il colosso di Redmond a regolarizzare la propria posizione oppure cessare immediatamente la commercializzazione della console da gioco. Quest’ultima richiesta, insieme ad un imprecisato risarcimento danni, è stata ora reiterata da Lucent davanti al tribunale.

Lanciata sul mercato lo scorso novembre, Xbox 360 viene oggi venduta in oltre 15 paesi di tutto il mondo.

Questo post tratto da: P.I.: Lucent trascina Xbox 360 in tribunale

Back        Prossimo "Mancante"