Back        Prossimo "Mancante"

Spam, multa da 475mila dollari negli USA

12 April 2006

I responsabili di due piccole aziende dedite allo spamming hanno pattuito il pagamento di un'enorme multa per evitare la reclusione. Ma gli inquirenti sottolineano: hanno incassato molto di più.

San Francisco (USA) - Qing Yang e Pui Ting Chen, cittadini americani residenti nel nord della California, hanno patteggiato il pagamento di una gigantesca ammenda da 475mila dollari per ottenere il proscioglimento dalle accuse di spamming, un reato che l’ordinamento statunitense considera molto grave.

Il duo, che operava dietro la copertura di due piccole aziende informatiche, aveva creato un enorme network pubblicitario abusivo per la vendita di prodotti finanziari e bancari, come fondi risparmio e mutui. Dalle indagini condotte dall’FBI è emerso che Yang e Chen erano gli autori di almeno due milioni di messaggi che hanno bersagliato altrettanti utenti americani.

La coppia di spammer, durante il patteggiamento, ha voluto comunque presentare ai giudici una dichiarazione scritta dove sottolineavano la loro presunta innocenza. Ciononostante, i procuratori intendono far luce sui retroscena della lucrosa attività avviata da Yang e Chen, che probabilmente contavano su una fitta rete di affiliati ed inserzionisti.

Il fatturato degli spammer, dicono gli inquirenti, si è attestato attorno ai 2,5 milioni di dollari nel giro di appena un anno.

L’aiuto degli utenti, rivelano fonti ufficiali, è stato determinante per la cattura dei due spammer: le vittime, stufe di vedere le proprie caselle di posta elettronica infestate da messaggi non desiderati, avevano infatti già segnalato il fatto alle autorità nel 2005.

Questo post tratto da: P.I.: Spam, multa da 475mila dollari negli USA

Back        Prossimo "Mancante"